Le Pillole di economia

 PILLOLA DI ECONOMIA n. 1 –  EURO SI o NO?

Semplifico al massimo.
L’Italia negli ultimi 2 anni ha un surplus con l’estero di circa 50 miliardi annui (cioè vendiamo all’estero per 50 miliardi più di quanto compriamo dall’estero).
Se usciamo dall’euro allora potremo svalutare la nostra nuova valuta rispetto all’euro.?Prevedo almeno il 25-35%: la Sterlina per compensare la Brexit ha svalutato il 20% circa ma per noi si parla di tornare alla liretta.

Con la svalutazione le imprese (elettorato LEGHISTA) che già vendono all’estero più di quello che comprano avranno altri vantaggi: le loro merci all’estero costeranno meno e ne venderanno di più .

Tutto bene quindi? NON TANTO: infatti le imprese venderanno di più ma i LAVORATORI avranno salari svalutati. E senza la SCALA MOBILE, abolita da decenni. In un mercato del lavoro in cui i lavoratori sono sottoposti a RICATTI (ci ha pensato Renzi) e il precariato domina indovinate che succederà? Che i lavoratori diventeranno più POVERI.

Un tempo esisteva un fumetto (Alan Ford) con un personaggio chiamato “Superciuk”: il super eroe che rubava ai poveri per donare ai ricchi. Ecco, Salvini (e chi per lui) è proprio Superciuk. Ci somiglia pure un pochino.

Ma il vero pericolo non è l’uscita dall’euro. Siamo sicuri che in realtà il vero obiettivo non sia l’introduzione del così detto “Euro per l’europa meridionale”? Gli effetti deleteri sarebbero uguali. Ma sarebbe più facile introdurlo? E meno sconvolgente per chi vuole rimanere nell’euro? Leggete qui la proposta di Peppe Grillo e qui cosa si dice del piano della Germania predisposto nel 2016.

La prossima volta poi vediamo cosa succede ai mutui e ai risparmi degli italiani.

Sostieni e partecipa